"Andiamo al cinema?" #1 (Life of Pi.)

Giovedì sera, accompagnata dal moroso, sono andata al cinema. Giusto perchè non ci vado mai (bugia).
Dopo la scelta disastrosa della sera di Natale di andare a vedere "Tutto tutto niente niente" (per la prima volta nella mia vita, mi sono addormentata al cinema!), ho scelto di prenotare i biglietti per "Vita di Pi", film superpubblicizzato -  definito "Il nuovo Avatar" - del regista Ang Lee.

Risultato?! MAI SCELTA FU PIU' AZZECCATA.
Erano mesi che non vedevo un film così bello, originale, che ti porta direttamente al fianco del protagonista.

Trama: Vita di Pi racconta l’incredibile storia di Pi Patel. Pi nasce a Pondicherry, India, nel 1970, da una famiglia benestante. Suo padre è proprietario di uno zoo e Pi passa le sue giornate tra tigri, zebre, ippopotami e altre esotiche creature. Fin da piccolo, Pi sviluppa delle sue teorie riguardo alla fede - è appassionato di tutte le religioni - ed è convinto che tra esseri umani, animali e natura ci sia una grande comunione. Queste idee cominciano a mutare quando Pi fa il tentativo di diventare amico di una tigre del Bengala chiamata Richard Parker. Da quel momento il ragazzino impara una dura lezione da suo padre circa le relazioni tra bestie e esseri umani, i quali, secondo il padre, se non vogliono fare una brutta fine non  possono essere amici delle prime. Quando Pi compie diciassette anni, il padre decide di vendere lo zoo e di emigrare in Canada con la famiglia alla ricerca di una vita migliore. Ma durante il viaggio la nave mercantile dove i Patel viaggiano con gli animali dello zoo (in attesa di essere venduti), investita da una tempesta gigantesca, affonda, lasciando miracolosamente il giovane Pi come unico sopravvissuto, alla ricerca di salire su una scialuppa dove l'attende un inaspettato quanto irrequieto naufrago: la tigre Richard Parker. Gli avvertimenti del padre si rivelano immediatamente veri, tra Pi e la tigre è una lotta per la sopravvivenza. Ma con il passare dei giorni i due esseri viventi imparano che la coesistenza è l'unica speranza di salvezza.  (Fonte: X) 

Rivedere il trailer mi ha fatto venire la pelle d'oca... bello, bello, bello!
Il film è tratto dal romanzo di Yann Martel, che sarà la mia prossima lettura, il quale era stato giudicato "infilmabile", ma si sbagliavano di grosso!

Commenti

  1. A me il trailer non ispira granchè.. Però per curiosità vorrei andare a vederlo, probabilmente mi sbaglio! :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio ;)

Post più popolari