"Fateful" di Claudia Gray.

Sono tanti giorni che non scrivo qualcosa sul blog. Sono stata un po' impegnata tra lavoro, recupero letture di libri che voglio leggere da tempo e che ho scoperto ultimamente, tra il mio fidanzato (che non è mai un impegno, ma un piacere per il cuore!), recupero serie tv, partecipazioni a giveaway, scambiolibri... e la scrittura. Sì, perchè sto cercando di ricominciare la stesura del mio romanzo distopico, fermo da mesi al settimo capitolo: ce la posso fare! 
Comunque sia, ho terminato ieri la lettura di un bel romanzo fantasy/storico della scrittrice Claudia Gray, conosciuta per la saga di Evernight. Ha deciso di raccontare la storia del Titanic (chi non la conosce?) aggiungendoci un pò di paranormal romance. 
Ha intrecciato la vicenda terribile dell'affondamento ''dell' inaffondabile transatlantico'' con una nuova storia d'amore tra una giovane cameriera e un bel ragazzo che ogni notte si trasforma in licantropo...

Titolo: Fateful
Autore: Claudia Gray
Pagine: 308
Edizione: Mondadori, collana Chrysalide
ISBN: 978-88-04-61996-3
Prezzo: € 16,00 
Genere: Urban Fantasy, Storico,YA
Voto: 4/5.

Trama: Alec e Tess stanno per imbarcarsi sul maestoso transatlantico Titanic, ma ancora non sanno che il viaggio da sogno si trasformerà in un incubo. Tess ha diciotto anni e viaggia in terza classe, al servizio della famiglia Lisle. Spera di incontrare un grande amore, ma è sicura che per una cameriera come lei questo rimarrà sempre e soltanto un miraggio. Eppure, non aspetta altro che iniziare una nuova vita e ha già programmato tutto fin nel minimo dettaglio: una volta raggiunta New York, si darà alla fuga. Quando i suoi occhi incrociano per un istante quelli di Alec, però, scatta una scintilla che cambierà le loro vite per sempre. Presto Tess scoprirà il tremendo segreto che si nasconde dietro lo sguardo di questo ragazzo misterioso. Figlio di uno degli uomini più ricchi e potenti degli Stati Uniti, Alec sta scappando dall'Europa, per sfuggire a una setta di potenti licantropi che lo insegue, e che ora insegue anche Tess. Intrappolati sul Titanic, dovranno lottare per sopravvivere all'inevitabile e fatidico scontro con il destino.

Ho comprato questo libro principalmente perchè parlava del Titanic. Ero molto curiosa di scoprire come avrebbe fatto Claudia Gray ad intrecciare una storia paranormale in un fatto storico realmente accaduto. E ci è riuscita davvero bene!
Ha mantenuto "le distanze" dalla tragedia, nel senso che non l'ha caricata di fatti che avrebbero disturbato ciò che è realmente accaduto.
Ha raccontato la storia di Tess - una cameriera al servizio della famiglia inglese Lisle - che conosce bene qual'è il suo posto nel mondo, ma che prende la decisione di abbandonare il suo lavoro, non appena arrivati a New York con la nave, per costruirsi un nuovo avvenire.
La famiglia Lisle è composta da Lady Regina, una donna arcigna e piena di sè; Layton, figlio maggiore di Lady Regina e ragazzo tronfio e arrogante; Irene, figlia minore e amica di Tess, al contrario della madre e del fratello, è una ragazza dolce e di buon cuore: Tess è la sua cameriera personale. La piccola Beatrice è la figlia più piccola dei Lisle, ha 3 anni e la sua balia è la signora Horne, cameriera anche lei, però molto acida. Infine c'è Ned, cameriere personale di Layton, che poi si scoprirà essere l' innamorato di Irene...
Altri personaggi secondari, ma che ho adorato sono state le due signore norvegesi, le quali dividono la cabina di terza classe con Tess, e Myrian, una giovane libanese all'inizio di poche parole, ma che durante l'attraversata diventerà molto amica di Tess. 
Infine, Alec Marlowe, il ragazzo di buona famiglia - il quale viaggia con suo padre, Howard Marlowe, proprietario delle Acciaierie Marlowe, un buon padre. Conosce la vera natura del figlio e lo protegge, contro tutto e tutti.
Alec e Tess si innamoreranno e combatteranno contro la Confraternita e contro Mikhail, l'uomo/licantropo che lo vuole iniziare per essere per sempre al Loro/Suo servizio...

In quei pochi giorni sul Transatlantico, i due ragazzi scopriranno che ciò che li attrae è più forte del destino e li terrà uniti, nonostante si diranno addio per ben due volte.
Mi è piaciuto molto che la Gray abbia inserito nel romanzo persone realmente esistite e poi decedute sul Titanic, però non "appesantendo" la narrazione. Ha dato il giusto spazio a quei personaggi, rendendogli omaggio in un modo molto dolce e con raffinatezza.
Ovviamente, io, ho trovato qualche similitudine con il film "Titanic" di James Cameron, e negli ultimi capitolo mi ha davvero toccata. Il finale forse è stato un può veloce e avrei terminato la storia in un altro modo, ma il lieto fine c'è stato e di questo ringrazio la Gray per il bel libro che ha scritto.
"Abbiamo fatto tutto nell'ordine sbagliato, non è così?" 
Che vuoi dire? 
"Ci siamo scambiati i nostri segreti più profondi 
quasi prima di conoscerci." 
Ci siamo innamorati prima che potessimo evitarlo. 

Commenti

Post più popolari