"Andiamo al cinema?" #11 (L'uomoD'acciaio)

Venerdì sera passato al cinema. E anche gratis! Grazie a dei voucher gentilmente regalati dalla sorella del mio ragazzo. Film visto: L'uomo d'acciaio.
Un film di Zack Snyder. Con Henry CavillAmy Adams, Russel Crowe, Michael ShannonKevin CostnerDiane Lane.
Trama: Il pianeta Krypton, esaurite le risorse naturali, è condannato a implodere. A pochi giorni dalla fine e nei giorni del colpo di stato del generale Zod, nasce un bambino destinato a cambiare la vita di un pianeta più giovane e lontano. Figlio di Jor-El, scienziato e luminare di Krypton, Kal viene imbarcato su una navicella e lanciato nello spazio con il codice genetico del suo popolo. Atterrato in Kansas e sopravvissuto ai genitori, Kal viene recuperato dai coniugi Kent, che lo educano con amore e senso etico. Molto presto però la natura aliena e formidabile di Clark, il suo nome terreno, prende il sopravvento emarginandolo dal mondo. Diventato uomo dentro al corpo di un dio, lascia la casa paterna in cerca delle proprie origini. Il ritrovamento di una nave spaziale, precipitata sulla terra milioni di anni prima, è la risposta alle domande disattese di Clark, a cui l'ologramma del padre biologico rivela identità e genesi. Unico della sua progenie, Clark incarna la 'speranza' di un domani migliore per il pianeta che lo ha cresciuto e che adesso vuole servire facendo il bene. Infilata la tuta rosso-blu di Superman, Clark dovrà vedersela con un fantasma del passato che torna a chiedere il conto.


Io che, negli ultimi tempi, ho riscoperto la passione per le versioni cinematografiche dei fumetti e dei supereroi (ho scoperto anche un amore bambinesco per Thor e per Iron Man), sono andata al cinema per guardare l'ultima versione di Superman. Un po' sono rimasta delusa dal film in se: troppi effetti speciali, troppa esagerazione nella narrazione del mondo di Krypton.
Però l'interpretazione di Cavill (me lo ricordo ancora quando lo si voleva sul web fortemente per interpretare Edward in Twilight!) mi ha convinta: ha reso il personaggio di Superman più tormentato e nello stesso tempo debole e forte, più affettivo. La caratteristica di tutti i supereroi è che non sanno se sono dalla parte del bene o del male, vista la loro forza sorprendente (tranne forse Iron Man che è molto egocentrico). Amy Adams nei panni di Lois Lane l'ho adorata, forse perchè adoro la Adams.
Concludendo un film da guardare per chi ama i supereroi, ma senza troppe aspettative. Gli effetti speciali sono troppi e, come succede con Transformers, potrebbero stufare.


Però... la fisicata di Cavill vale il prezzo del biglietto!

Notate le differenze?! :)

Commenti

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio ;)

Post più popolari