"Andiamo al cinema?" #13 (ShadowhuntersCittàDiOssa)

Come al solito, ieri sera ho trascinato al cinema il mio moroso per vedere un fantasy, il primo film tratto da una serie di romanzi che sta spopolando ma che purtroppo mi ha lasciata indifferente.
Shadowhunters: Città di Ossa in lingua originale The Mortal Instruments - ideata dalla scrittrice Cassandra Clare e ambientata a New York.
Ho letto solo metà del primo romanzo e, dopo aver ritrovato trame già lette e rilette, ho preferito lasciar stare... anche perchè la saga completa è composta da più di 10 libri, se non erro. Secondo mio gusto personale, una saga deve essere composta da massimo 4 libri, dopo il quarto io comincio a stufarmi.
Cooomunque... dato che sono curiosa di natura, ho deciso il vedere il film e quindi eccomi qua a raccontare cosa mi è piaciuto o no. Come al solito non è una recensione, perchè io scrivo romanzi ma non sono in grado di scrivere recensioni :)

Shadowhunters - Citta di Ossa (The Mortal Instruments - City of Bones) è un film del 2013 diretto da Harald Zwart con Lily Collins, Jamie Campbell Bower, Robert Sheehan, Lena HeadeyJonathan Rhys-Meyers.
Trama: Clary Fray è un'adolescente newyorkese che, in un locale, assiste ad un omicidio che solo lei sembra in grado di poter vedere. Più tardi, scopre che la madre viene rapita da un misterioso uomo chiamato Valentine, che è alla ricerca della cosiddetta Coppa Mortale. Catapultata quindi in un mondo di cui ignorava l'esistenza, in cui demoni, stregoni, vampiri, licantropi e altre creature leggendarie sono realtà, si affida agli Shadowhunters Jace, Alec e Isabelle, guerrieri semi-angeli che le persone normali non possono vedere, per iniziare un viaggio alla ricerca della madre e alla scoperta di quell'universo di cui anche lei sembra far parte. Dopo aver scoperto verità nascoste sul suo passato e sui suoi antenati, si renderà conto di avere anche lei dei poteri. Grazie alle sue doti, riesce a trovare la Coppa che era stata nascosta dalla madre, per poi vedersi tradita e costretta a rinunciare ad essa. Nel mezzo di una battaglia tra forze che a fatica riesce a capire, continuerà quindi la sua corsa contro il tempo per salvare la madre prima che sia troppo tardi.

Per quanto riguarda il cast niente da dire: Lily Collins, seppur giovane, l'ho trovata molto espressiva (fortunatamente non monoespressione come la Stewart ai tempi di Twilight!), Jamie Campbell Bower mi piace molto perchè è pur sempre un Volturo ;) ...a parte gli scherzi è davvero un bravo attore e come Jace è davvero azzeccato.
Robert Sheehan l'adoro dai tempi di Misfits e Lena Headey mi piace sin da quando interpretò Sarah Connor nella serie tv Terminator the Sarah Connor Chronicles ed ora Cersei Lannister in Game of Thrones (in cui bionda è quasi irriconoscibile).
Un tuffo al cuore mi è venuto con una celestiale visione: Jonathan Rhys Meyers. Non c'è niente da fà: quando fa lo s*****o è ancora più attraente :3


A parte la scelta del cast che l'ho trovata interessante e azzeccata per ogni ruolo, nonostante sia una saga molto particolare e a suo modo affascinante, ci sono troppe analogie con saghe già lette. Alcuni strumenti usati dagli Shadowhunters e il rifugio in mezzo a New York di questi ultimi mi ha ricordato Hogwarts e il maghetto Harry; Valentine che beve il suo sangue mettendosi in contatto con i demoni, mi ha riportata ai romanzi della Smith - Il diario del Vampiro; la faccia d'angelo, i cambi d'umore e la bravura nel pianoforte di Jace mi ha ricordato Edward Cullen... sarò prevenuta? ;D

Commenti

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio ;)

Post più popolari