"Colpa delle stelle" di John Green.

Questo libro mi ha quasi stalkerata per mesi e mesi, ma non riuscivo a trovarlo in nessuna libreria ne negli store online.
Poi grazie ad un'enorme botta di culo ho vinto un giveaway di Natale e tra i libri disponibile c'era lui, nella sua più totale bellezza: "Colpa delle stelle" The Fault in Our Stars - di John Green.

Titolo: Colpa delle stelle
Autore: John Green
Pagine: 347
Edizione: Rizzoli
ISBN: 9788817060578
Prezzo: € 16,00
Genere: YA, contemporaneo.
Voto: 5/5


Trama: Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale, andrà pagato.

Hazel ha 16 anni ed è malata di cancro. 
Augustus ne ha 17, ed è stato malato di cancro.
Hazel è costretta ad andare in giro con un sondino nel naso ed una bombola "a rotelle" (chiamata Philip) per l'ossigeno che il cancro le porta via. Augustus è costretto ad andare in giro con una protesi al posto di una gamba: il cancro gliel'ha portata via...
...ma ciò che il cancro non è in grado di portare via ai due giovani protagonisti di questo commovente romanzo è l'amore. Sì perchè Hazel & Augustus durante un incontro nel gruppo di supporto si incontrano, si conoscono, si capiscono e si amano... profondamente. Di quell'amore adolescienziale, ma puro. Di quell'amore che sembra eterno ma che non durerà per sempre, non perchè uno dei due potrebbe lasciare l'altro ma perchè uno dei due dovrà lasciare l'altro: Hazel, "Hazel Grace", e Augustus, "Gus", hanno i giorni contati.


Non voglio continuare a crogiolarmi nella tristezza che mi ha provocato questo romanzo, ma non perchè sia stata una brutta lettura, anzi... Colpa delle stelle è quel tipo di romanzo che ti incatena e non ti lascia più andare. Pensi, credi, speri che possa avere un lieto fine, ma purtroppo non lo potrà avere. Eppure continui a pensare, credere, sperare che l'amore di Hazel & Augustus possa vivere per sempre e lo farà.
Ogni personaggio di questo romanzo, dai genitori di Hazel a quelli di Gus, dal migliore amico di Augustus allo scrittore preferito dei due ragazzi, Peter Van Houten, è descritto egregiamente, ma non è stata la descrizione fisica ad esserlo, ma lo sono stati i pensieri, i sentimenti, i discorsi di ogni singolo individuo. 
E... per continuare a piangere, in estate, il film tratto da questo stupendo romanzo vedrà la luce nelle sale cinematografiche, con protagonisti Shailene Woodley e Ansel Elgort

Ecco il primo teaser trailer: 
preparate i fazzoletti!


Piccola curiosità sul titolo: Green ha dichiarato che "il titolo è ispirato alla famosa frase del Giulio Cesare di W. Shakespeare (Atto 1, scena 2), dove il nobile Cassio dice a Bruto: "La colpa, caro Bruto, non è delle stelle, ma nostra, che ne siamo dei subalterni".

Commenti

  1. Ho letto da poco Cercando Alaska di John Green e mi è piaciuto tantissimo,tanto che ho subito preso Colpa delle stelle in ebook. Non l'ho ancora letto,ma lo farò presto,anche perché ho visto il trailer e deve essere stupendo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io vorrei leggere "Cercando Alaska" e mi ispira anche "Teorema Chaterine" :)

      Elimina
  2. Devo leggerlo assolutamente, devo devo devo :-) ma non voglio piangere!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente Moni, devi :) però non posso assicurarti di non piangere!

      Elimina
  3. Bella recensione, Gina!
    Sai benissimo cosa penso di questo libro e non può che farmi piacere il fatto che tu lo abbia apprezzato così tanto! :3

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio ;)

Post più popolari