"Andiamo al cinema?" #38 (LaTeoriaDelTutto)

Questo film non era nella mia lista 2015 movies, ma visto che ne hanno parlato in molti e che gli attori protagonisti sono candidati all'Oscar...

La teoria del tutto - The Theory of Everything è un film di James Marsh. Con Eddie Redmayne, Felicity Jones, Charlie Cox, Emily Watson, Simon McBurney. Uscita italiana 15 gennaio 2015.

Trama: Università di Cambridge, 1963. Stephen è un promettente laureando in Fisica appassionato di cosmologia, "la religione per atei intelligenti". Jane studia Lettere con specializzazione in Francese e Spagnolo. Si incontrano ad una festa scolastica ed è colpo di fulmine, nonché l'inizio di una storia d'amore destinata a durare nel tempo, ma anche a cambiare col tempo. Del resto il tempo è l'argomento preferito di Stephen, che di cognome fa Hawking, e lascerà il segno nella storia della scienza. In particolare, l'uomo persegue l'obiettivo scientifico di spiegare il mondo, arrivando ad elaborare la formula matematica che dia un senso complessivo a tutte le forze dell'universo: quella "teoria del tutto" che dà il titolo al film. La teoria del tutto però non si concentra sull'aspetto accademico o intellettuale della vita di Hawking ma privilegia l'aspetto personale e l'evoluzione parallela di due forze dell'universo: l'amore per la moglie e i figli, e la malattia, quel disturbo neurologico che porterà al graduale decadimento dei muscoli dello scienziato e lo confinerà su una sedia a rotelle. La contrapposizione di vettori riguarda anche le convinzioni ideologiche di Stephen e Jane: lui crede solo alle verità dimostrabili, lei nutre una profonda fede in Dio.

Parto con il dire che ho pianto da metà film fino alla fine. Ecco.
"La teoria del tutto" parla della storia d'amore tra Jane Wilde e Stephen Hawking, due studenti dell'univeristà di Cambridge; lei studia Lettere mentre lui Fisica con una passione fuori dal comune per la cosmologia. Si incontrano ad una festa studentesca ed è amore al primo sguardo.
Fin qui tutto ok, se non fosse che Stephen è malato. Ha una malattia che colpisce sopratutto i muscoli e i primi accenni sono alla sua mano destra e alle sue gambe. Una mattina - dopo aver studiato per il suo dottorato per tutta la notte - Stephen correndo nel cortile dell'università cade a terra, sbattendo la testa, e finisce all'ospedale: scopre così della sua malattia.
Cerca di allontanare Jane, ma lei è decisa a restargli accanto... anche solo per 2 anni, il tempo di vita che gli danno i medici. Il tempo: ciò diverrà la ragione di vita del giovane scienziato.
Il film fa leva sopratutto sui sentimenti che legano i due protagonisti, anche se la malattia di lui - la quale peggiora giorno dopo giorno - mette alla prova la loro relazione.
Ho trovato assolutamente straordinaria l'interpretazione di Eddie Redmayne, davvero convincente nell'incarnare il decadimento fisico ed emotivo di Hawking, ma soprattutto attraverso lo sguardo è riuscito a colpirti con la dolcezza e la delicata ironica che ha reso famoso Stephen.
E la sua vita non è durata solo pochi anni...

La pellicola è l'adattamento cinematografico della biografia Verso l'infinito (Travelling to Infinity: My Life With Stephen), scritta da Jane Wilde Hawking, ex-moglie del fisico, pubblicata in Italia da Edizioni Piemme.

E per quanto la vita possa sembrare cattiva, 
c’è sempre qualcosa che si può fare e riuscirci. 
Finché c’è vita, c’è speranza.

Commenti

  1. L'ho amato follemente. Il film, Eddie e tutta la storia *.*
    Proprio oggi ne ho anche io pubblicato una recensione (se ti interessa la trovi qui: http://sfogliandolavita.blogspot.it/2015/01/my-oscar-1-la-teoria-del-tutto-di-james.html)
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io *.* grazie cara, corro a leggerla!

      Elimina
  2. E' un film che desidero vedere davvero tantissimo. Ho pianto solo vedendo il trailer, figuriamoci con un film intero!

    RispondiElimina
  3. No sei stata l'unica a piangere mia cara Gina..
    Ho pianto per il libro, per la pellicola e ricordando che la storia è tutta vera e il personaggio è ancora vivente!
    Un gran bel blog, mi sono iscritta con piacere sperando in un tuo gradito ricambio!
    http://rockmusicspace.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo commento ;) passerò sicuramente dal tuo blog!

      Elimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio ;)

Post più popolari