"La solitudine del lupo" di Jodi Picoult.

Jodi Picoult è l'autrice di uno dei mie romanzi preferiti, cioè "La custode di mia sorella" (trovate qui il mio articolo su "Bookoria" dedicato al confronto tra romanzo e film) e quando un anno fa circa, allo stand de Il Libraccio al Salone del libro di Torino (cliccate qui per il mio videohaul), ho visto sullo scaffale questo suo altro romanzo ho sentito che mi chiamava... leggimi Gina, leggimi!

Titolo: La solitudine del lupo
Autore: Jodi Picoult
Pagine: 397
Edizione: Corbaccio
ISBN: 9788863806892
Prezzo: € 18,60
Genere: Contemporaneo
Voto: 4/5

Trama: Dopo anni di lontananza, Edward Warren è costretto a tornare a casa: il padre Luke, etologo esperto di lupi, ha avuto un incidente gravissimo e si trova in uno stato di coma irreversibile. Diversamente dalla sorella minore Cara, che era con il padre al momento dell'incidente, Edward è convinto che la scelta più giusta sia quella di porre fine allo stato vegetativo di Luke. Ma il conflitto con la sorella su un argomento così terribilmente difficile risveglia in Edward anche i fantasmi del passato, l'ultima discussione con il padre dopo la quale aveva interrotto ogni rapporto, e l'emergere di segreti inconfessabili nel momento di maggior vulnerabilità della famiglia che, come un branco di lupi, cerca di sopravvivere.

Ammetto che dopo aver letto la trama mi aspettavo una storia diversa, ma non sono rimasta delusa. Come sempre la Picoult racconta storie che potrebbero essere davvero accadute o che potrebbero accadere con una delicatezza innata, la sua penna è semplice, raffinata ma anche precisa e immediata.

In questo romanzo dal titolo originale "Lone Wolf" troviamo narrato da diversi punti di vista la storia di due fratelli - Edward e Cara Warren - che si ritrovano, dopo un incidente automobilistico, a "combattere" per la vita o per la morte (eutanasia) del loro padre e cercheranno di non svelare due segreti, custoditi rispettivamente da uno e dall'altra.
Edward è fermamente convinto che suo padre non riuscirà a riprendersi e quindi seguirà "il sui volere" staccando la spina e donando i suoi organi; Cara, invece, combatte con tutte le sue forze affinchè il padre resti attaccato alle macchine attendendo un "miracolo".
Il loro padre, Luke Warren, - amante e studioso di lupi - tra un capitolo e l'altro ci racconta la sua vita incentrata solamente sulla sua famiglia di lupi, ma non su quella vera. Questo porterà del risentimento in Edward, ma ancora più tenacia nella giovane Cara.
Con un processo in tribunale tra fratello e sorella si arriverà alla scelta definita, scelta che spezzerà il cuore a delle persone, ma che ridarà la vita ad altre.
Consiglio di leggere almeno un romanzo di questa straordinaria autrice perchè, come mi è successo per i suoi due romanzi che ho avuto il piacere di leggere, è in grado di entrarti nel cuore, ma anche di insegnarti qualcosa, di darti delle lezioni di vita che spesso tu dimentichi.

Commenti

Post più popolari