"L'incastro (im)perfetto" di Colleen Hoover.

Miles Archer è entrato di diritto nella mia top 5 di crush libresche. Un ragazzo dal cuore d'oro, a dispetto della sua fisicità e delle sue azioni possiede una bontà d'animo fuori dal comune.
Grazie mille per l'ennesimo batticuore, Colleen Hoover!

Titolo: L'incastro (im)perfetto
Autore: Colleen Hoover
Pagine: 329
Edizione: Leggereditore
ISBN: 9788865085967
Prezzo: € 12,90
Genere: New Adult
Voto: 5/5
Trama: Quando Tate Collins incontra il pilota di linea Miles Archer, sa fin da subito che non potrà trattarsi di amore. A dire il vero, i due non potrebbero nemmeno considerarsi amici, se non fosse che condividono un'innegabile e travolgente attrazione reciproca. Quando scoprono le carte, pensano di aver trovato l'incastro perfetto: lui non cerca l'amore e lei non ha tempo per trovarlo. Cosa c'è di più semplice? L'importante è che Tate si attenga alle uniche due regole che Miles ha imposto: non chiedere mai del passato e non aspettarsi niente dal futuro. Sembra facile, ma non lo è, perché il loro legame si fa sempre più stretto e rispettare i patti per Tate diventa sempre più arduo, fino ad apparirle impossibile. Quella che doveva essere solo una storia di passione travolgente rischia così di trasformarsi in un qualcosa di veramente spiacevole, l'ultima cosa di cui Tate avrebbe bisogno: un amore travagliato e fallimentare.

B e l l i s s i m o. L'unico aggettivo che mi viene in mente per definire questo romanzo e i suoi protagonisti è... bellissimo.
"L'incastro (im)perfetto" - traduzione italiana che lascia un po' a desiderare di "Ugly Love" - è narrato dal punto di vista presente della protagonista femminile Tate Collins che si trasferisce a casa del fratello, un pilota, in una palazzina in cui vivono per la maggior parte proprio piloti di una piccola compagnia aerea; a capitoli alternati troviamo il punto di vista passato del protagonista maschile Miles Archer, anche lui un pilota e amico del fratello di Tate.
Si incontreranno e capiranno che la loro attrazione fisica è molto di più, ma solo una dei due sarà in grado di ammetterlo.

Non amo moltissimo i romanzi "bollenti" - infatti faccio parte di quella ristretta cerchia che ha letteralmente odiato "Cinquanta sfumature...", nonostante io abbia letto il primo romanzo e guardato il film - e ammetto di aver avuto paura che la Hoover cadesse in qualcosa alla E. L. James, ma fortunatamente non è stato così. 
Come i precedenti romanzi che ho letto di questa fantastica autrice, sono stata letteralmente conquistata dai personaggi principali, dal loro carattere, dalla loro intelligenza, più che dalle scene hot. La caratterizzazione dei due protagonisti credo sia la migliore dei suoi romanzi: Colleen riesce in ogni suo lavoro a rinnovarsi e a non cadere nel "già letto".
Diciamo che il 60% del romanzo è incentrato sulla relazione puramente fisica dei due, ma il restante 40% compensa, semplicemente perchè "Ugly Love" non è un romanzo erotico. 
Fortunatamente, aggiungerei.

Se, come me, non prediligete i romanzi erotici, questa è la storia d'amore (e sesso) giusta per voi. Non ci sono scene squallide o troppo esplicite, anzi l'autrice ha un tatto e una delicatezza nello descrivere le scene "più bollenti" che molte autrici possono solo sognare di avere!
Tate non è il tipo di ragazza che si sottomette "al suo lui", priva anche di amor proprio, non è quel tipo di ragazza che "ammazza a bastonate" il suo essere donna; Miles non è il ragazzo con il QI pari a 0, con solo la voglia di "possedere" una donna nel senso fisico del termine.
Tate sa cosa vuole e sa che dovrà combattere per avere ciò che desidera; Miles sa cosa non vuole, o meglio crede di saperlo, ma dovrà ricredersi.
Forse il finale è stato un po' troppo sbrigativo, ma sono contenta che questo sia un romanzo autoconclusivo.


Era da parecchi mesi che non divoravo un capitolo dopo l'altro di un libro, sono andata a dormire tardissimo per tre sere di seguito per terminarlo... l'ultimo libro che mi ha conquistata come ha fatto "L'incastro (im)perfetto" è stato... ah sì, "Forse un giorno" guarda caso sempre di Colleen Hoover! :)
Il brutto dell’amore diventa te. Ti consuma. Ti fa odiare tutto. Ti fa capire che per quanto sia bello il bello dell’amore, il gioco non vale la candela. Senza il bello, non rischieresti di sentirti così. Non rischieresti di sentire il brutto.
E... rimaniamo in attesa di avere notizie sul film tratto da "Ugly Love" con un aitante Nick Bateman nei bellissimi panni di Miles Archer.




Un romanzo travolgente e struggente che consiglio 
sia alle romanticone che non, di leggere. 
Colleen Hoover: un nome, una garanzia.

Commenti

  1. Ho letto recensioni di Ugly Love dappertutto, ora credo proprio che sia arrivato il momento di leggerlo! Bellissima recensione, mi hai convinta.
    P.S. Nel mio blog è in corso un GA, ti lascio il link qui, se vuoi dare un'occhiata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, credo proprio che sia arrivato il momento ;) grazie per l'invito ma "Io prima di te" ce l'ho già. Ho visto comunque che fai un GA alla settimana, quindi contattami per i prossimi così partecipo! Un bacio!

      Elimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio ;)

Post più popolari