"Andiamo al cinema?" #60 (TheDivergentSeries:Allegiant)

Ieri sera, in anteprima, sono andata al cinema a vedere il terzo film tratto dalla serie di romanzi distopici dell'autrice Veronica Roth, Allegiant. Dei tre film della saga assolutamente il più fantascientifico, pieno zeppo di effetti speciali che non hanno offuscato le interpretazioni di Shailene e Theo, due giovani e promettenti attori che ho imparato ad amare.

The Divergent Series: Allegiant, un film di Robert Schwentke con Shailene Woodley, Theo James, Jeff Daniels, Miles Teller, Ansel Elgort, Zoe Kravitz. Uscita italiana in anteprima: 09/03/2016.

Trama: Beatrice Prior "Tris" e Tobias Eaton "Quattro" si avventurano in un mondo a loro nuovo e sconosciuto, al di fuori di Chicago; qui verranno presi in custodia da un’agenzia misteriosa conosciuta come il Dipartimento di Sanità Genetica che vanificherà le loro precedenti convinzioni per rivelare nuove e sconvolgenti verità. 

"Allegiant" è il terzo e conclusivo romanzo della saga di Veronica Roth (qui trovate la mia recensione del romanzo), ma per il cinema hanno deciso di dividere in due parti l'ultimo film, come ormai è successo per ogni franchise di successo - da Harry Potter a Twilight, passando per Hunger Games.

Questa serie letteraria, seguita dai rispettivi film, ha rotto gli schemi e non ha deluso. Successivamente a grandi successi come "Harry Potter" o "Twilight" io per prima non pensavo di riuscire ad affezionarmi ad un'altra storia, ad una trama diversa e/o a personaggi differenti. Ma è successo sia con Hunger Games che con Divergent.
Il confronto lo si fa sempre, ma fortunatamente qui non serve, perchè "Divergent" viveva di vita propria, "Insurgent" non raccontava qualcosa di già visto, "Allegiant" ora porta avanti una narrazione piena di colpi di scena, costellata di giovani e promettenti attori che offrono interpretazioni originali, ma sopratutto che rendono reali i personaggi che noi lettori avevamo solo in mente.
Come ho già detto prima questo terzo film è più fantascientifico dei precedenti, ha molti effetti speciali e molte ambientazioni realizzate interamente a computer, ma gli attori affrontano le loro scene con così tanta naturalezza che non può sembrarti vero.
Non mi dilungherò sulla recensione di questo film perchè invito tutti gli amanti del genere ad andare a vederlo al cinema, non ne rimarrete delusi, come invece era stato per "Insurgert" che a tratti era risultato un po' piatto.
Unica pecca: dovremo attendere ancora un anno per il grande e malinconico finale... chi ha letto i libri sa di cosa parlo.

L'ultimo film tratto dal romanzo Allegiant 
avrà come titolo "The Divergent Series: Ascendant".

Commenti

Post più popolari