"Andiamo al cinema?" #77 (50SfumatureDiNero)

Ebbene sì, sono andata a vedere "Cinquanta sfumature di nero". A San Valentino, per di più :)
Non faccio parte, però, di quel gruppo di scalmanate che, dopo aver letto il romanzo e aver conosciuto il Sig. Grigio, vorrebbero essere frustate/legate/bendate dal proprio uomo... ho letto il primo romanzo e posso dire, con assoluta sincerità, che la storia potrebbe anche non essere male, probabilmente è anche originale e ha fatto da "apri pista" al genere letterario qui in madrepatria, ma la sig.ra E. L. James scrive davvero male, è pessima nelle descrizioni, sopratutto di quelle parti "spinte" in cui non ha sensibilità. 
Eppure, chi ha letto tutta la trilogia, mi ha confermato che andando avanti nella lettura la parte osè (chiamiamola così) lascia lo spazio alla psicologia del personaggio, sopratutto del protagonista maschile, ma non è abbastanza per farmi acquistare e leggere anche il Nero e il Rosso, quindi...
ho dato una possibilità ai film.
Sono una ragazza curiosa e, nonostante non approvi questo "avoir des relations sexuelles", sono andata a vedere entrambi i film - cliccando qui trovate la mia recensione di "...grigio" che risale ad un anno fa esatto - e "Fifty Shades Darker" l'ho trovato migliore del precedente.

Regia di James Foley. Un film con Dakota Johnson, Jamie Dornan, Bella Heathcote, Kim Basinger, Luke Grimes. Uscita italiana: 9 febbraio 2017.

Trama: Anastasia Steele ha detto basta a Christian Grey. Lo ama, ma non sarà mai la sua sottomessa. Il secondo capitolo riprende esattamente là dove ci aveva lasciato il primo, con i due innamorati che si separano, per volere di lei. Grey è talmente addolorato che non vuole rinunciare ad Anastasia, piuttosto è disposto a rivedere il contratto, a dimenticare le regole, a non imporle nulla che lei non voglia fare, pur di averla al suo fianco. Cade così, a due minuti dall'inizio dal film, il presupposto scandaloso che regge da anni i discorsi attorno ai romanzi e al loro adattamento.

Con un regista nuovo, "Cinquanta sfumature..." e Mr. Grey cambiano. Come cambia la stessa Anastasia. 
Alla fine del primo film Anastasia, dopo l'ennesima "batosta" sessuale - vi prego, fatemi passare il termine, eheh - aveva lasciato Christian, da solo nel suo attico. 
La ritroviamo più adulta, più sicura di se', con un nuovo lavoro ma con un pensiero fisso: il suo principe oscuro.
Quel principe ritornerà alla carica e Ana non riuscirà a dirgli ancora di no... perchè se lei era succube di lui nel primo capitolo, adesso è innamorata ma sa cosa vuole o non vuole dal suo uomo e quest'uomo andrà contro la sua indole pur di averla accanto.
In questo secondo film troviamo, oltre alla parte hard, anche il romanticismo e il dramma, cose che invece erano mancate nel precedente.
Da spettatrice posso dire che la recitazione della Johnson è migliorata - fortunatamente non si morde solamente il labbro, anche se non disdegna di farlo in alcune occasioni - e Jamie Dornan è sempre un gran ben vedere, nonostante io sia ancora attaccata alla sua figura de "Il cacciatore" nella serie tv "Once Upon a Time".

Certamente non è un film che meriterebbe un Oscar, ma si fa guardare... e se, al cinema, vi fermate fino alla fine del film, dopo i titoli di coda - come spesso succede per i film della Marvel - vi è una succosa anticipazione: un teaser trailer del terzo e conclusivo capitolo della trilogia, "Cinquanta sfumature di rosso". Qui c'è stata una frase che mi ha immediatamente ricordato Twilight... sapete che "Fifty Shades" è nato come fanfiction della mia amata saga di Stephenie Meyer, vero?!
"Giuro solennemente di tenerti al sicuro finchè entrambi saremo vivi".
Vi lascio qui sotto la colonna sonora del film, non ho trovato un video ufficiale con le scene del film, ma la canzone merita anche da sola!

Ergo, ci vediamo a 
San Valentino 2018!

Commenti

Post più popolari